Arte e Storia

In Val d’Orcia si trova una concentrazione di piccole città d’arte sorte in epoca madievale, piccoli gioielli di architettura disseminati sulle colline intorno al Rigo.
A San Quirico non potete perdervi gli Horti Leonini, la Collegiata e la piccola chiesa romanica di Santa Maria ad hortos.
A Bagno Vignoni, oltre agli stabilimenti termali, si può ammirare l'antica vasca, ornata su un lato dal Loggiato di S. Caterina. Accanto alla Chiesa di S. Giovanni Battista, si trova l'Erboristeria Hortus Mirabilis, in grado di fornire tutte le preparazioni erboristiche tipiche della tradizione, oltre alle erbe singole ed alle tisane.
Vicino al parco dei mulini si trovano numerosi “gorelli” di acqua termale dove si può sedersi per un pediluvio, pratica già in uso ai tempi degli antichi romani.
Pienza non ha bisogno di presentazione, tanta è la sua fama. L’intero paese fu realizzato dall’architetto Bernardo Gambarelli detto “Rossellino”, che nel XV secolo ricostruì il borgo di Corsignano per volere di Papa Pio II. Estranea al progetto rosselliniano - ma da non mancare - è la pieve romanica di Corsignano.


Da vedere

Il monastero di Sant’Anna in Camprena, l’abbazia di Monte Oliveto Maggiore e l’abbazia di Sant’Antimo, dove ogni giorno è possibile sentire i monaci cantare le funzioni in Gregoriano.